Impianti a osmosi inversa

L’osmosi inversa: principi ed applicazioni

 

Impianto a osmosi inversa, sottolavello, liscia-liscia/frizzante

L’osmosi inversa è uno dei processi più innovativi per la potabilizzazione dell’acqua.
Gli impianti ad osmosi inversa sfruttano le proprietà delle membrane semipermeabili. Queste sono strutture che permettono il passaggio dell’acqua pura e la ritenzione degli elementi minerali disciolti, degli inquinanti organici ed inorganici.
L’osmosi è il fenomeno per cui un liquido meno concentrato va a diluire una soluzione più concentrata.
Per capire il funzionamento, consideriamo un recipiente diviso in due scomparti da una membrana semipermeabile.
Se in uno scomparto mettiamo dell’acqua salina (soluzione più concentrata) e nell’altro dell’acqua pura (soluzione meno concentrata), notiamo che l’acqua pura tende a passare per osmosi nella soluzione salina, aumentandone il livello fino a raggiungere una pressione idrostatica, detta pressione osmotica della soluzione, che equilibra il sistema e ferma il passaggio dell’acqua. Viceversa, se alla soluzione salina, viene applicata una pressione superiore alla pressione osmotica, l’acqua pura tende a tornare verso lo scomparto d’origine.
Di qui la denominazione di “osmosi inversa”.
L’osmosi inversa, quindi, è un fenomeno fisico, possibile grazie alle membrane semipermeabili, ed ha il vantaggio, rispetto ad altri sistemi di filtrazione, di non richiedere l’impiego di prodotti chimici.
Le membrane possono avere diversa configurazione geometrica ed essere fabbricate in diversi materiali. La scelta è operata da esigenze di circostanza.
L’osmosi inversa trova applicazione nell’abbassare o eliminare il RESIDUO FISSO dell’acqua, che è uno dei parametri più importanti per giudicare la sua qualità. Tale valore esprime la quantità di SALI MINERALI ed altre “SOSTANZE” disciolte, espresso in mg/lt (milligrammo per litro). Tali prodotti danno la possibilità di scegliere il residuo fisso dell’acqua a proprio gusto con un miscelatore di remineralizzazione, permettendo così un’acqua leggera ma non distillata.

Impianto a osmosi inversa
Impianto a osmosi inversa, sottozoccolo, liscia e liscia/frizzante

I SALI MINERALI sono presenti in natura in due differenti forme:

  • MINERALI ASSIMILABILI DALL’UOMO
 ORGANICI: di provenienza animale e vegetale
  • MINERALI NON ASSIMILABILI DALL’UOMO 
INORGANICI: provenienti da inquinamenti e sottosuolo

I minerali presenti nell’acqua sono per la maggior parte inorganici e pertanto inassimilabili.
Perciò la loro eliminazione dà un vantaggio notevole all’organismo, poiché un’acqua osmotizzata acquisisce caratteristiche di leggerezza e di purezza tipiche dell’acqua oligominerale, con benefici effetti diuretici e disintossicanti. Bere acqua pura è senza dubbio la prima raccomandazione per avere un organismo sano.
Inoltre i nostri impianti utilizzano una prefiltrazione a carboni attivi argentizzati e batteriostatici, del diametro di 0,3 micron che non permette il passaggio di batteri.